Significato, storia, etimologia della parola trasloco e cosa implica un trasloco nei nostri tempi.




Il significato?


lo conosciamo un po’ tutti. Traslòco s. m. [der. di traslocare] (pl. -chi). – L’azione del traslocare e del traslocarsi; è voce più com. nell’uso corrente di trasferimento, e indica soprattutto l’insieme di operazioni materiali con cui, nel cambiare abitazione o sede di attività, il trasferimento si compie: trasporto di mobili e oggetti d’uso da un luogo a un altro, sistemazione nei nuovi ambienti, ecc.: andiamo ad abitare in centro (oppure l’ufficio, il laboratorio, ecc. si sposta nella zona industriale): domani si farà, o ci sarà, il t.; ditta, agenzia di traslochi.


La parola trasloco ebbe origine con questa frase:


“Fàa Sàn Martín in lombardo, fèr Sàn Martèin in modenese-emiliano, far San Martín in Veneto” L'espressione potrebbe avere avuto origine dal borgo di Bozzolo (1490-1529). Era un modo di dire usato nel territorio a vocazione agricola della pianura padana. Che voleva significare cambiare lavoro e luogo di lavoro. Il verbo traslocare è composto dal latino trans- 'al di là, oltre' e locare 'collocare (Lat. collocare, der. di locus ‘luogo’, col pref. co- 1 •sec. XIV.), porre in un luogo. Gli elementi latini che compongono la parola trasloco portano al significato di un trasferimento, di porre qualcosa in un altro luogo. Il trasferimento di abitazione o di sede, e le operazioni di spostamenti sono sempre stati necessari per l’essere umano.


I primitivi


radicavano in un luogo per brevi o lunghi periodi per poi spostarsi e traslocare con i loro utensili alla ricerca di nuovi ambienti, esperienze e migliorie per la sopravivenza.Un trasloco è la dimostrazione di una azione ed effetto del movimento oppure dello spostamento di persone o mobili. Nei nostri giorni utilizziamo la parola trasloco per chi cambia casa e i suoi effetti personali in riferimento alla movimentazione di oggetti ed elementi che fanno parte della loro vita. Il trasloco oggi è l’insieme di operazioni materiali nel trasferimento di oggetti e mobili da un luogo di una città verso qualsiasi destinazione nel mondo.


Il metodo di traslocare si è evoluto negli anni con le nuove tecnologie ed internet.


Una volta il cliente contattava la ditta di trasloco solo per via del telefono oggi è con un clic è possibile ricevere tante richieste di preventivo per la valutazione del proprio servizio di trasloco, si possono caricare le foto della propria abitazione nella compilazione del preventivo online e ricevere un prezzo del trasloco approssimativo immediato, inoltre i clienti possono avere delle informazioni di un preventivo per un trasloco direttamente dal sito tramite la Live Chat oppure via WhatsApp. Il mondo corre veloce e i metodi e il sistema cambia. L’esecuzione di un trasloco oggi è diversa a 30 anni fa quando si utilizzavano gli ascensori oppure si andava a piedi per le scale dei condomini per realizzare un trasferimento, oggi invece con l’utilizzo delle scale aeree a partire dai primi piani oppure l’utilizzo dei montacarichi delle palazzine ai piani più elevati, fanno si che il trasloco sia eseguito con più professionalità sfruttando la forza fisica nell’applicazione della concentrazione e risparmio di tempo per la squadra che esegue il trasloco offrendo una prestazione migliori. Utilizzando queste tecnologie i risultati di un buon trasloco si vedono soprattutto nella fase di lavoro dall’imballo del contenuto e suppellettili adoperando materiale di qualità per il carico e scarico dei cartoni, per un ottimo imballo dei mobili bisogna utilizzare il pluriball e per i fragili piatti e bicchieri il phone. Nella fase dello smontaggio e montaggio dei mobili ci sono modernissimi trapani all’avanguardia abbinati alla preparazione dei falegnami che permettono di realizzare le modifiche con mobili dell’arredamento di alto design per un trasloco riuscito bene di qualità.


Vuoi condividere questa pagina?